Le 12 case

In astrologia, il termine “casa” è utilizzato per indicare i 12 settori dello zodiaco in cui è diviso il grafico di un tema natale.

Il termine Casa viene usato in astrologia per indicare i dodici settori in cui è diviso il grafico del tema di nascita. Questi spazi sono di dimensioni variabili secondo l’oroscopo individuale.
La prima Casa inizia con l’Ascendente, con il quale condivide il segno.
Ognuna parla di un determinato ambito: i sentimenti, il lavoro, il successo, la salute, il matrimonio e altro. La presenza di pianeti, e gli aspetti che questi ricevono, il segno in cui cadono, sono fattori che concorrono a descrivere questi ambiti in modo dettagliato.
Ogni Casa ha sfumature di significato simili a quelle del segno cui è in analogia: così la prima si ricollega all’Ariete, la seconda al Toro, la terza ai Gemelli e così via.

Ascendente e Prima Casa

Parla della personalità del soggetto, soprattutto per quanto riguarda la sua manifestazione all’esterno, per come si mostra e viene percepito dagli altri. In altre parole, l’Ascendente e la prima Casa costituiscono una sorta di filtro attraverso il quale i valori tipici del segno di nascita vengono mescolati e modificati da altri valori.

Seconda Casa

Questa Casa parla dei beni, del possesso, del denaro, di come ci si guadagna da vivere e di tutto quello che per il soggetto ha un vero e proprio valore. Secondo gli aspetti che riceve e i pianeti che ospita dà quindi indicazioni sul benessere materiale, la sensazione di ricchezza o povertà che si percepisce.

Terza Casa

E’ l’ambiente vicino, l’entourage, gli spostamenti a breve raggio. Parla anche di parenti come i fratelli, i cugini, gli zii. Dà indicazione sul tipo di studi per cui si è predisposti, sulla capacità di comunicare e il tipo d’intelligenza.

Quarta Casa

Simboleggia la casa vera e propria, sia nel senso di edificio, sia di famiglia di origine. Dà indicazioni su come sono stati percepiti dal soggetto i propri genitori, parla delle radici sociali e culturali che sono alla base della personalità.

Quinta Casa

Parla di quell’aspetto profondo della creatività, intesa in senso molto ampio, che è la capacità di esprimere se stessi nei rapporti d’amore e nell’avere figli. Dà inoltre indicazioni su quello che più di tutto può dare piacere.

Sesta Casa

Questa Casa è in analogia con l’ambito professionale inteso come il lavoro quotidiano, quello che si fa per sopravvivere. Descrive il senso del dovere e il comportamento che si tiene con le persone che hanno un grado superiore al nostro. Inoltre dà indicazioni sulla salute e la malattia.

Settima Casa

E’ la Casa che parla dei nostri rapporti con il prossimo in generale, dei contratti, delle associazioni e in particolare dà indicazioni precise sul partner che ricerchiamo e sul tipo di matrimonio che ci è o meno destinato.

Ottava Casa

Parla di tutto ciò che è nascosto, profondo, segreto. E’ legata al nostro inconscio, alle risorse interiori, alla sessualità e alla riproduzione. E’ anche la Casa che indica la morte, le eredità e le nostre reazioni nei momenti di crisi profonda.

Nona Casa

Descrive tutto ciò che sta lontano rispetto al soggetto, sia in senso materiale sia metafisico. Parla dei grandi viaggi che si possono fare sulla Terra e dei viaggi dello spirito, degli ideali più alti, del senso religioso, degli studi filosofici.

Decima Casa

Il successo è il significato primo di questa Casa che ci racconta se potremo conseguire onori e riconoscimenti, se saremo apprezzati e valorizzati. Parla anche di quanto queste cose c’interessino e se le inseguiamo o meno, spinti dall’ambizione o frenati dalla modestia.

Undicesima Casa

E’ la Casa dedicata al “gruppo” e all’amicizia. Parla di come ci muoviamo nel contesto sociale e quali ambiti privilegiamo, quanto ci interessano i contatti con gli altri e se sappiamo lavorare e dare buoni risultati in équipe. Descrive chi sono per noi gli altri e il nostro tipo di altruismo.

Dodicesima Casa

Qui troviamo le prove della vita, i momenti di difficoltà e il nostro modo di affrontarli. Parla di solitudine e lontananza dal contesto sociale, che può essere reale o semplicemente vissuta come tale nel proprio modo di sentire.